Project Description

CURRICULUM FOTOGRAFICO

Sono nato a Chiavari il 9 luglio 1952 dove vivo tuttora. Ho iniziato a fotografare alla fine degli anni 80 iscrivendomi alla FIAF (tessera n° 018249) col Gruppo Fotografico DLF EFI di Chiavari prima come socio, poi dieci anni come segretario fino a dicembre 2011 e dal 1° gennaio 2012 sono stato eletto e ne sono tuttora, il Presidente.
La fotografia mi entusiasma in tutti i suoi aspetti, anche se il mio genere fotografico preferito è il reportage, per via del mio lavoro che mi ha portato in giro per il mondo fino a qualche anno fa.
Nel 2008 sono stato insignito dell’Onorificenza FIAF di BFI (Benemerito della Fotografia Italiana) ho organizzato col mio Gruppo Fotografico, sempre nel 2008 il 60° Congresso Nazionale FIAF a Chiavari.
Sono stato invitato in varie giurie in concorsi locali e nazionali.
Nel 2014 e nel 2016 sono stato nominato Coordinatore Artistico Regionale dei Grandi Eventi FIAF.
Numerosi scatti sono stati pubblicati su riviste nazionali e libri, partecipo a mostre locali anche personali e col mio Gruppo di Chiavari.
Da alcuni anni ho iniziato a mettermi in gioco partecipando prima a concorsi locali poi a quelli nazionali e internazionali, il tutto coronato da importanti risultati.
Nel 2017 sono stato insignito dell’ Onorificenza FIAF di AFI (Artista Fotografo Italiano) e nel 2019 quella di EFIAP (Eccellenza della fotografia internazionale).

PAESAGGI PERDUTI.

Durante un viaggio nel nord dell’ Argentina a febbraio 2014, su un autobus di linea sulle Ande, all’ alba, attratto dai paesaggi maestosi e spettacolari del posto, tenevo lo sguardo fisso al finestrino, ma ad un certo mi sono accorto di un mondo molto più interessante dal punto di vista umano, erano i passeggeri che ancora dormivano intorno a me.
Ho provato a fotografarli con le difficoltà immaginabili sia tecniche che pratiche e mi sono trovato una serie di scatti che mi hanno dato la sensazione di aver garbatamente rubato l’ anima ad ognuno di loro e osservandoli ho immaginato la loro storia e il motivo del loro viaggio.
Questi scatti sono stati tradotti da me in questo portfolio e presentati a varie letture/concorsi hanno ottenuto consensi dalle varie giurie.”

LA STRADA BIANCA
Ho risalito il Rio Delle Amazzoni dalla foce fino al Rio Negro oltre Manaus. Sono stato ospite di due comunità indigene, i Dessana, cacciatori e i Kambeba, pescatori, abitano la foresta da sempre. Ho messo insieme dieci scatti per rappresentare il viaggio e le loro spiritualità che in certi punti sono anche in comune con la nostra.
La 10 chiude il cerchio vuole rappresentare la canoa con la quale l’ Anaconda, incaricata dal Sole scende per dare la vita alla foresta ” La Strada Bianca”, rappresentata dal Rio delle Amazzoni ed è anche la Via Lattea, il loro (e forse anche nostro) Paradiso in cui credono e da dove tutto è cominciato e dove poi l’ anima va a riposare in pace chiudendo il cerchio della vita.
Questa mia spiegazione è rivolta ai lettori che non conoscono il Cosmo Amazzonico solo per facilitarne la lettura.
Questo portfolio è stato ammesso in vari concorsi nazionali.

INCLUSIONI

Il tema “MARE D’ INVERNO” mi ha portato a Sestri Levante durante il PHOTOHAPPENING organizzato dell’ Associazione CARPE DIEM.
Girovagando sulla spiaggia, sotto la pioggia in cerca di un’ idea, mi sono imbattuto in una cornice portata dal mare, raccolta, l’ ho usata per selezionare una parte del paesaggio animato che mi passava davanti, includendolo nella stessa.
La giuria popolare del concorso mi ha assegnato il 2° posto su circa 50 lavori presentati.